Informazioni

Piazza A. Moro
Tel. 0881/745132
Parroco: don Domenico Mucciarone

Orari SS. Messe:
Estivo feriali
dal lunedì al sabato

9.00-19.00
Messe domenicali
8-10.30 - 19.00

Invernali feriali
dal lunedì al sabato
9-19.00
Messe domenicali
8-10-11.30-19.00

 

Newsletter

Iscriviti per essere aggiornato sulle iniziative della nostra parrocchia

Il 3 giugno 2013 il Vescovo ha iniziato a prendere contatto con alcune realtà della nostra parrrocchia: al mattino ha visitato alcuni malati, e alla sera ha incontrato il Consiglio Pastorale Parrocchiale.

L'incontro con i malati della nostra comunità è stato, per entrambe le parti, speciale: gli uni si sono dichiarati contenti e commossi nel ricevere in casa il proprio Pastore, e dall'altro lato il Vescovo ha constatato con ammirazione il modo cristiano di vivere la sofferenza "non come occasione per bestemmiare" ha "ma per scoprire un diverso disegno di Dio".

L'incontro con il Consiglio Pastorale Parrocchiale è stato aperto dal Segretario, Antonio Occhiochiuso, con la sua relazione circa la composizione del Consiglio, le sue delibere e l'organizzazione delle sedute.

Il Vescovo si è dichiarato molto soddisfatto sia per la regolare convocazione del Consiglio, sia per le diverse realtà che convoglia, strizzando particolarmente l'occhio alla presenza giovanile: ricordando l'episodio biblico del giudiziodi Daniele, in cui questo giovane, mosso dallo Spirito, giudica due anziani in procinto d'incastrare una donna innocente, ha sottolineato che spesso lo Spirito Santo ispira i giovani, e l'agire del Signore prescinde l'esperienza e l'età degli uomini; ma adesso "i giovani del Consiglio non inorgogliscano, dicendo che hanno lo Spirito in tasca e hanno sempre ragione" ha concluso sorridendo. Ha posto poi in rilievo l'importanza del dibattito costruttivo: "Nessuno, nè il Vescovo nè il parroco, riceve dallo Spirito Santo un bigliettino che dica: questa è la volontà di Dio. Dobbiamo cercarla insieme e le prese di posizione a oltranza non hanno significato, nè vanno bene i continui signorsì; è necessario saper dibattere, esporre con chiarezza e umiltà il proprio pensiero, e poi porsi in ascolto dell'altro. Il fine è arrivare ad una delibera unitaria".

"Mi piace notare l'importanza che questo consiglio dà alla tradizione" ha continuato il Vescovo "In numerose realtà capita di voler fare piazza pulita ad ogni cambio: per esempio, parroco nuovo, vita nuova. Non va bene. Esiste una storia della parrocchia, un qualcosa che c'è stato prima: dobbiamo guardare al passato, incrementare nel presente per guardare al futuro. Dobbiamo innestarci in una tradizione preesistente, ciò che altri hanno fatto prima di noi, aggiungere il nostro contributo, e consegnare il tutto a chi verà dopo. La comunità dei Santi Guglielmo e Pellegrino si avvia verso i 50 anni: non sono molti, ma sono già una storia".

Ancora, il Vescovo ha apprezzato il lavoro dell'ecumenismo e gli incontri di lectio divina tenutisi in parrocchia con questo tema: ha incentivato l'attenzione comunitaria alle nuove vocazioni, e ha invitato il Consiglio a creare momenti di spiritualità e di ritrovo insieme, per rafforzare i legami d'amicizia e parimenti la vita spirituale di quest'organo "il cui compito, esclusivo e specifico, è pastorale: mai può prescindere da questo obiettivo" ha concluso il Vescovo.

Al termine dell'incontro, i membri del Consiglio hanno recitato assieme al Pastore la preghiera per la Visita Pastorale, accogliendo la benedizione del Signore.